torna indietroil giardino segreto

di Pia Pera e Lorenza Zambon, dal romanzo di Frances Hodgson Burnett
(
traduzione di Pia Pera per l’Editrice Salani)
nuova edizione 2018
con Lorenza Zambon
musiche di Gianpiero Malfatto eseguite dal vivo dall’autore

  • Foto
  • Testo
  • Note sullo spazio




Un libro dei primi del novecento, un classico assoluto della letteratura per ragazzi, folgorante per qualsiasi adulto.
Due film importanti, uno del 1949 di Fred Wilcox e uno più recente di Agnieszka Holland prodotto nel ’93 dallo studio di Francis Ford Coppola.
Ed ora uno spettacolo teatrale creato da due artigiane
del giardino e dell’arte unite dal segno profondo
e quasi profetico che la lettura infantile di questa storia meravigliosa ha lasciato nel loro ricordo:
Pia Pera, esperta di giardini, scrittrice (autrice fra l’altro del fortunato “Nell’orto di un perdigiorno”,
collaboratrice de“Il Sole 24 Ore” e di molte riviste a tematica ambientale) e Lorenza Zambon, attrice-giardiniera, una delle figure centrali del “teatro e natura” in Italia.

La storia descrive un contesto realistico, o che della realtà vuoi dare l’illusione.
E tuttavia, nella sua struttura Il giardino segreto è una fiaba.
Di una fiaba, dunque, ha la commistione di crudeltà e bontà, di paura e di rassicurazione.
Una sinistra villa gotica nella brughiera spazzata da vento che custodisce un oscuro segreto, una protagonista bambina, un luogo proibito, una chiave misteriosa strumento simbolico d’ogni curiosità vitale, un giardino abbandonato che rivive e che fa rivivere, un luogo magico dove è possibile fugare le sofferenze del corpo e della mente.