torna indietro Audioguida delle greenway della città di Parma

"Il termine Greenways può essere interpretato come un sistema di territori lineari tra loro connessi che sono protetti, gestiti e sviluppati in modo da ottenere benefici di tipo ricreativo, ecologico e storico-culturale e quindi un uso del suolo compatibile con le specifiche caratteristiche ambientali del territorio".

In un’ottica di mobilità, le greenways possono costituire un sistema di percorsi dedicati a una circolazione non motorizzata in grado di connettere le popolazioni con le risorse del territorio (naturali, agricole, paesaggistiche, storico-culturali) e con i "centri di vita" degli insediamenti urbanistici, sia nelle città sia nelle aree rurali."

(Art. 1 e 2 del regolamento dell'Associazione Italiana Greenways, approvato il 17.12.1999 dall’Assemblea Nazionale dei soci dell’AIG in Milano)

percorso (clicca per sui singoli percorsi per visualizzare il testo e scaricare i percorsi in MP3)
percorso
percorso
percorso

Le GreenWays, progetto realizzato dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Parma, in collaborazione con il settore Servizi Informatici e Telematici, sono percorsi verdi nei parchi urbani, luoghi tra loro connessi, gestiti e sviluppati in modo da ottenere benefici di tipo ricreativo, ecologico e storico-culturale, con l’intenzione di promuovere la frequentazione dei parchi urbani e un uso del suolo compatibile con le caratteristiche ambientali del territorio.
All’interno delle GreenWays, possiamo distinguere percorsi per i pedoni e per i ciclisti, a volte separati e a volte sovrapposti, per persone a cavallo ma anche fauna terrestre e acquatica, collegamento quindi fra città e campagna.
Si tratta di pensare ad una mobilità dolce, rispettosa dell’ambiente e articolata, diffusa sul territorio come un sistema circolatorio di parchi concatenati.
La novità è rappresentata dalla possibilità di ritirare audio guide, per conoscere meglio le caratteristiche storico-ambientali del percorso.
Le GreenWays sono percorribili anche dai diversamente abili, grazie ai passaggi in zone senza barriere architettoniche.
Si sottolinea che tutti i percorsi presentano un’elevata facilità di fruizione.

Comune di Parma
Assessorato all’Ambiente
Assessorato al Turismo


La nostra città è ricca di parchi e aree verdi che sono meta quotidiana di famiglie, anziani, sportivi.
Con le Greenways, Parma sarà sempre più una città in cui non ci sono isole verdi assediate dal cemento, come spesso accade altrove, ma una città in cui grandi aree verdi sono collegate tra loro in un percorso in cui il verde delle campagne entra nel tessuto urbano, lo abbraccia, lo custodisce nella sua dimensione umana e vivibile.
Il Verde in città è un patrimonio di tutta la nostra comunità: ci permette di vivere in un ambiente più bello, accogliente, sano, vivibile.
Per questo va protetto, curato, migliorato, reso sempre più fruibile dalle persone. Le Greenways sono un’opportunità in più che abbiamo di conoscere e vivere il grande patrimonio ambientale di Parma.

Pietro Vignali
Sindaco di Parma

Tre sono i percorsi a disposizione di cittadini e turisti per scoprire e conoscere le aree verdi più significative della ns. città; il primo che dal Parco Ducale porta in pieno centro città, ha una valenza prevalentemente storica perchè di fatto i parchi coinvolti rappresentano una parte della storia della città; il secondo percorso si snoda dall'Orto Botanico cittadino per approdare ad un'altra area di verde storico, la fortezza della Cittadella; infine l'ultimo percorso che dal nuovissimo Parco Bizzozero ci consente di arrivare ad una zona più selvaggia rappresentata dall'Area di Riequilibrio Ecologico.
Volutamente abbiamo mescolato Ambiente Urbano e Storia della città perchè tanti sono ancora oggi i segnali che ci consentono di dire che nella storia della nostra città c'è sempre stata importanza per gli spazi verdi.

Cristina Sassi
Assessore Ambiente e Verde Pubblico

A cura di:
Angela Zaffignani, Responsabile Verde Pubblico

Testi e realizzazione audioguide:
Lorenza Zambon, attrice giardiniera

Musiche audioguide: Carlo Actis Dato

Hanno collaborato:
Eles Iotti, storica dell’arte
Franco Roscelli, naturalista
Lorenzo Sartorio, giornalista ed etnografo
Alessandro Vitale, agronomo